La Fama Fraternitatis

400 anni fa l’Ordine della Rosacroce, pubblicò un piccolo libro intitolato “Fama Fraternitatis R.C.”, tradotto abitualmente come “L’appello della Fraternità della Rosacroce”. Noi vediamo in questo antico testo una serie di indicazioni molto precise intorno al vero senso della vita. La nostra civiltà si trova oggi in un punto di snodo molto particolare, un momento assai confuso, in cui lo smarrimento e l’incertezza sul futuro tendono a paralizzare le coscienze in uno stato di grande sterilità. I Rosacroce si sono sempre impegnati per apportare agli esseri umani una conoscenza che permettesse loro di comprendere chi sono, come è fatto il mondo in cui sono nati e verso dove orientare i loro sforzi per connettersi direttamente con lo Spirito divino. L’intento fondamentale della Rosacroce e del suo Manifesto, così intriso di compassione per l’amara sorte degli esseri umani, che vagano nel dedalo caotico dell’esistenza umana senza poter trovare una reale via ...
Read More

Jan van Rijckenborgh – Gnostico Rosacrociano ed Ermetico

Il nome anagrafico di Jan van Rijckenborgh era Jan Leene (1896-1968). Come co-fondatore e guida spirituale del Lectorium Rosicrucianum, il lavoro della sua vita fu, insieme a Catharose de Petri (1902-1990), la costruzione della Scuola Internazionale della Rosacroce d’Oro. [caption id="attachment_36" align="alignleft" width="300"] Jan van Rijckenborgh[/caption] Jan van Rijckenborgh nacque ad Haarlem, nei Paesi Bassi. Anche da giovane, era alla ricerca della verità e del profondo significato della vita. La discrepanza tra teoria e fede e la vita attuale che il giovane Jan Leene riconosceva molto spesso fra teologi e credenti, lo allontanò dalla Chiesa Calvinista, alla quale appartenevano i suoi genitori. Lui non attaccò la Chiesa dei suoi genitori, ma decise per se stesso di praticare veramente cosa era predicato in teoria. Trovò degli impulsi importanti nelle dichiarazioni del predicatore Calvinista Dr. Arnold Hendrik de Hartog (1869-1938).  De Hartog si rifa...
Read More